Piansano, indagini archeologiche in una necropoli tardo-etrusca

Ripuliti tre ambienti ipogei e riportati alla luce frammenti riferibili a corredi funerari

PIANSANO – Prosegue l’impegno del Comune di Piansano verso il patrimonio storico-archeologico del suo territorio. In collaborazione con il locale Gruppo Archeologico e la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale, dal 17 al 23 giugno 2019 si è svolta la Settimana dell’Archeologia con un campo estivo di scavo.

L’iniziativa, promossa dal Comune e con la partecipazione attiva dei volontari del Gruppo, è stata indirizzata alla riscoperta e allo scavo di una necropoli di epoca tardo-etrusca, purtroppo saccheggiata dagli scavatori clandestini.

I volontari, sotto il coordinamento scientifico delle dottoresse Maria Letizia Arancio e Biancalisa Corradini, funzionarie archeologhe della Soprintendenza, e la direzione sul campo della dottoressa Alessia Savi Scarponi, hanno ripulito tre ambienti ipogei, riportando alla luce reperti in stato frammentario pertinenti i corredi funerari.

Un risultato importante per la ricerca archeologica a Piansano, i cui esiti saranno prossimamente presentati alla cittadinanza e alla comunità scientifica.

Ultime

Omaggio alla Madonna dello Speronello, il 15 e 16 agosto Montalto festeggia il 25esimo anniversario

Quest’anno ricorre il 25esimo anniversario della Madonna dello Speronello:...

Venticinque imprenditori tarquiniesi assieme per chiedere un finanziamento regionale di circa 100mila euro

“Tarquinia in Commercio”: venticinque imprenditori della città etrusca, impegnati...

La Tuscia nella morsa degli incendi

Una giornata nera quella di ieri per Vigili del...

Torna Passæggi di Tempo, le visite guidate alla scoperta del territorio

Giunto alla terza edizione il programma di “esperienze per...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.