Picchia la moglie e la minaccia con un coltello

L'uomo è stato arrestato e allontanato dalla casa familiare

0

VITERBO – Prima l’ha minacciata con un coltello, poi l’ha colpita con schiaffi e calci a tal punto da mandarla al pronto soccorso dell’ospedale Belcolle. Vittima di questa violenza domestica una donna di 44 anni, moglie di un marito violento di 48 anni che l’altro giorno è stato arrestato dalla Polizia di Stato per maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e lesioni personali.

Il fatto è avvenuto in un appartamento del capoluogo, dove sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile per sedare gli animi dell’uomo e soccorrere la povera donna. Quest’ultima, profondamente intimorita, ha raccontato ai poliziotti che poco prima il marito, in preda ad una manifestazione di gelosia, le ha puntato contro un grosso coltello, colpendola con un violento schiaffo alla bocca e con un calcio alla caviglia. Ha poi spiegato che, nonostante l’uomo l’ha afferrata per i capelli, è riuscita a gettare dalla finestra il coltello brandito dal marito.

L’azione violenta si è interrotta solo quando il figlio di sei anni, udendo le grida e il trambusto, è entrato nella stanza. Immediatamente dopo l’intervento del personale della questura, la donna è stata trasportata in ospedale. Le immediate indagini hanno consentito ai poliziotti di raccogliere utili elementi probatori a riscontro di quanto rappresentato dalla malcapitata e di sequestrare il coltello rinvenuto nel giardino dell’edificio.

Tenuto anche conto che è risultato essere gravato da precedenti penali specifici, l’uomo è stato tratto in arresto. In sede di giudizio direttissimo il giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie. In seguito ha ordinando la liberazione dell’imputato e rinviando l’udienza ad altra data.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.