Presentato a Civitavecchia il Konigin II

CIVITAVECCHIA – Questa mattina, presso la darsena Traianea antistante la sede della Capitaneria di porto, è stato presentato alla città di Civitavecchia il Konigin II, stupenda barca d’epoca (1912) a vela di 23 metri, caratterizzata da una storia articolata e complessa,che costituirà un importante progetto nell’ottica della legalità e formazione per la diffusione della cultura del mare.  

L’imbarcazione, sottratta alla criminalità organizzata e attualmente sottoposta a misura cautelare, su disposizione della 3^ Sezione penale del tribunale di Roma, sarà affidata all’istituto nautico L.Calamatta di Civitavecchia a fini didattici ed educativi in favore degli studenti.

Il progetto consentirà di arricchire così le capacità formative del Calamatta, attualmente unico istituto nautico nella regione Lazio sprovvisto di “nave scuola”.

La Guardia Costiera di Civitavecchia, in attesa della confisca e dell’acquisizione definitiva ai beni dello Stato, vigilerà in qualità di custode sul bene, che, grazie anche alla fattiva collaborazione dell’A.d.S.P. del Mar Tirreno Centro Settentrionale, troverà collocazione all’interno della Darsena Traianea e sarà “affidato alle cure” di buona parte del cluster marittimo, con il prezioso contributo dei Servizi tecnico-nautici e della Camera di Commercio di Roma, la quale si è impegnata a fornire, da subito, un concreto sostegno economico all’avviamento del progetto.

Il Konigin II, potrà costituire, per il porto di Civitavecchia, un importante momento di coesione nell’ottica dell’arricchimento del percorso di sviluppo di questo porto, facendo sì che un bene, appartenuto ad associazioni criminali, si trasformi in un ambizioso progetto di legalità e di promozione della cultura del mare.

All’evento, caratterizzato dalla presenza degli studenti dell’istituto nautico, hanno preso parte numerose autorità politiche, militari e religiose locali, che con la loro presenza,hanno voluto testimoniare la piena condivisione all’ipotesi progettuale ed ai valori da essa rappresentati, sinonimi di legalità e consapevolezza del valore formativo della attività legate al mare.

Oltre al Comandante del Porto, Capitano di Vascello Vincenzo Leone e al dirigente dell’IISS Calamatta, dott.ssa Giovannina Corvaia, hanno partecipato il sindaco della città, Ing. Antonio Cozzolino, il vescovo di Civitavecchia S.E. Mons. Luigi Marrucci, il presidente del tribunale dott. Francesco Vigorito, il procuratore della Repubblica dott. Andrea Vardaro, il presidente dell’A.d.S.P., Avv. Francesco Maria di Majo, nonché le forze di polizia del territorio.

Il Comandante Leone, nel presentare l’imbarcazione, ha affermato che il Konigin II dovrà essere caratterizzato da due colori, il blu del mare, per la conservazione, la tutela e la diffusione della cultura marinara, ed il bianco, simbolo di legalità e fiducia per il porto, per la città e per  l’intero territorio marittimo del Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.