Quinto Mazzoni (Pd): “Sì alle correnti, purché costruttive”

MONTALTO DI CASTRO – (r.p.) “Siamo aperti a tutti! Non per fare numero, ma perché il Pd diventi la casa accogliente di tutti coloro che, ad oggi, continuano ad amare e credere in una buona e coraggiosa politica di sinistra”.

Così il segretario del Circolo Pd di Montalto e Pescia il 20 marzo, all’assemblea degli inscritti e dei simpatizzanti.

“In sezione, tra i partecipanti, esponenti di diverse espressioni di pensiero, “correnti” che, in un confronto pacato e cordiale, hanno dialogato sulle forme migliori per continuare uniti un unico percorso – aggiunge Mazzoni -. Il lavoro che va fatto da subito è parlare con tutti e, soprattutto, ascoltare tutti. Non possiamo che ripartire dal basso, dalla gente, dai circoli, per lanciare un segnale chiaro dell’impegno, della partecipazione e dell’aggregazione – afferma Quinto Mazzoni, che poi precisa – una tessera non è solo un sostegno economico di quindici euro, o il diritto di distruggere un partito, bensì l’espressione di una volontà di collaborazione e di condivisione dell’attività del circolo, da discutere e ratificare in assemblea o semplici riunioni, per poi renderla concreta con l’impegno e il contributo di tutti gli inscritti”.

Le parole del segretario hanno aperto un lungo e variegato dialogo, durante il quale ci si è confrontati, apportando visioni e contribuiti diversificati, e che hanno già mostrato di riuscire a perseguire la strada giusta: quella che lascia ampi spazi per essere percorsa insieme.

“Le diverse correnti di pensiero sono una presenza importante e indispensabile, all’interno di un Partito, nel momento in cui contribuiscono al confronto, in base a punti di vista diversi, a rendere l’attività politica più incisiva, completa e condivisa. Certo che solo in quest’ottica esse risulteranno positive. Al contrario, correnti politiche fatte di personalismi, o contro qualcuno, saranno distruttive, e la politica svolta, figlia di queste correnti disfattiste, senza senso, finta, una non politica”.

Il pensiero unanime che chiude la riunione e che riassume il segretario Quinto Mazzoni è questo: “Basta con i congressi, le primarie, svolti solo come una resa dei conti. L’avversario è fuori il Partito e non all’interno. Se riusciamo a capire questo, la ricostruzione non sarà difficile”.

La Segreteria del Circolo Pd di Montalto di Castro e Pescia Romana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.