15.2 C
Lazio

Regione Lazio, anche il Palazzo Farnese di Gradoli tra le aperture straordinarie delle dimore storiche del Lazio

GRADOLI – Dopo il grande successo della prima giornata di apertura delle dimore storiche del Lazio programmata nel 2018 che ha accolto 10.000 visitatori, la Regione Lazio ha ideato una nuova iniziativa, in programma dal 25 al 28 aprile, per dare a tutti l’opportunità di visitare l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto. Quattro giornate di apertura straordinaria con un ricco programma di spettacoli e percorsi di scoperta delle tipicità enogastronomiche del territorio.

Si tratta di un evento gratuito promosso dalla Regione Lazio con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di ATCL – Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio, ARSIAL – Azienda Regionale per lo Sviluppo e l’innovazione dell’Agricoltura nel Lazio, Agro Camera, I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, Associazione Dimore Storiche Italiane e Associazione Dimore Storiche Italiane e Associazione Parchi e Giardini d’ Italia.

Anche il Comune di Gradoli partecipa a questa iniziativa, mettendo a disposizione Palazzo Farnese, splendido esempio di architettura signorile rinascimentale voluto dal cardinale Alessandro Farnese (futuro Papa Paolo III), che nel 1517 incaricò Antonio da Sangallo il Giovane della realizzazione. Oggi il Palazzo, oltre a svolgere la funzione di residenza comunale, è sede del Museo del Costume Farnesiano.

La “Rete delle dimore storiche del Lazio” è stata costituita nel 2017 in applicazione della Legge regionale n. 8 del 2016. Dal 25 al 28 aprile, cittadini e turisti potranno percorrere il territorio regionale da nord a sud e visitare gratuitamente 80 siti. Gli orari e le modalità di visita sono differenti, la prenotazione è obbligatoria. Per consultare l’elenco e avere info complete basta visitare il sito www.retedimorestorichelazio.it.

È possibile prenotare tutte le visite gratuite entro il giorno 26 aprile scrivendo all’indirizzo email dimorestoriche@tosc.it (si può scaricare apposito form dal sito ufficiale della manifestazione) oppure telefonando al numero dedicato 06 32810961 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore18.00; sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00; giovedì 25 e venerdì 26 aprile dalle ore 9.00 alle ore 13.00; chiuso 14, 21, 22 aprile).

Ogni persona può prenotare al massimo 4 ingressi per ogni luogo. Per effettuare le visite è necessario rispettare tassativamente orario e condizioni che saranno comunicati al momento della prenotazione.

Inoltre, per l’occasione, si svolgeranno numerosi eventi culturali. A Gradoli si terrà giovedì 25 aprile alle ore 17.00, presso il Teatro Alessandro Farnese, lo spettacolo “Un comico fatto di sangue”, di e con Alessandro Benvenuti, ad ingresso libero.

- Advertisement -

Altre notizie

In macchina con un piede di porco, denunciato

SCANSANO - I carabinieri della stazione di Scansano nei giorni scorsi hanno denunciato in stato di libertà un 29enne originario del Marocco,...

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.