Riposare

0

22 luglio 2018

XVI domenica del Tempo Ordinario – anno B

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 6,30-34)

In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare. Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero. Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

RIPOSARE

«Venite in disparte e riposatevi un poco» è l’invito di Gesù ai discepoli. Siamo poveri esseri umani, dal tempo limitato, che hanno paura di sprecare tempo e — forse per questo — tendono ad occupare ogni attimo. Ma il tempo non si gode occupandolo con faccende. Si gode ricevendolo. Riposare è l’atto del lasciarsi essere, del godere del fatto che si esiste. Una vita senza riposo è una vita in fuga dalla vita stessa. Nel brano di oggi Gesù fa risposare tutti, anche le folle, alla cui ricerca dona sollievo «insegnando loro molte cose». Il riposo vissuto nella relazione con Dio (come nella Messa domenicale) non è una perdita di tempo sterile: è il massimo del lasciarsi vivere. Buona domenica, dPaolo e dRossano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.