Sabato l’inaugurazione della mostra “Gli ultimi Re di Vulci”

CANINO – Il museo civico della ricerca archeologica di Canino apre le porte alla mosra “Gli ultimi Re di Vulci. L’aristocrazia etrusca vulcente alle soglie della conquista romana”.

Sabato 7 dicembre, alle ore 16, l’apertura al pubblico dei preziosi corredi appartenenti alle famiglie del IV sec. a.C., che una volta governavano Vulci. La mostra consente di ricostruire la loro storia attraverso la riproposizione museale dei loro monumentali sepolcri e di ciò che resta degli straordinari corredi. E così i Saties, i Tarnas, i Tutes, i Tetnies si racconteranno, restituendoci così uno spaccato culturale e sociale della Vulci in attesa dell’imminente arrivo di Roma.

Saranno esposti anche i materiali degli ultimi scavi vulcenti. La mostra, già allestita in precedenza a Montalto di Castro, è stata realizzata grazie al contributo della Regione Lazio ed è stata effettuata in collaborazione tra la Soprintendenza, il Comune di Canino, il Comune di Montalto di Castro, la Fondazione Vulci, il Museo Nazionale di Villa Giulia, il Museo Archeologico Nazionale di Firenze e la rivista Archeo.

Ultime

Controlli di ferragosto, denunciate cinque persone

I carabinieri della Compagnia di Civitavecchia e dei Comandi...

Palio delle contrade di Allumiere, l’edizione della rinascita

Dopo due anni di stop a causa della pandemia,...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.