24.7 C
Viterbo
martedì 28 Settembre 2021

Saldi: al via il 5 gennaio, Confesercenti: “Calzature e abbigliamento settore più penalizzato”

VITERBO – Con l’avvio dei saldi di fine stagione, il 5 Gennaio è l’occasione per la Confesercenti provinciale per fare il punto sulla situazione del settore

Vincenzo Peparello
Vincenzo Peparello

dei beni di larga necessità. Sempre più calzature e abbigliamento sono i generi più penalizzati dalla diminuzione dei consumi e anche se a livello nazionale si parla di lieve ripresa questa è di fatto impercepibile nella zona della Tuscia.

Situazione che produce caos tra gli addetti ai lavori e che vede di fatto sfuggire anche le minime regole dei saldi di fine stagione. A queste tematiche si aggiungono gli aspetti climatici di inverni troppo miti, la necessità di liberare i magazzini delle scorte ma anche la scorretta concorrenza delle vendite on line così i commercianti del settore moda sono costretti a praticare sconti anche nel periodo normale tanto da far calare le vendite a prezzo pieno del 40% e vedere ridotti, di conseguenza, i loro guadagni reali.

Per Peparello la situazione è divenuta ormai insostenibile: “Di sicuro i saldi anticipati e la liberalizzazione di tempi e orari non favoriscono un settore che è parte sensibile e importante della economia italiana”, ma contemporaneamente invita gli imprenditori ad affrontare, con forza ed energia le nuove sfide, pur con i pochi mezzi a disposizione, altrimenti queste politiche non più governabili andrebbero a favore solo di alcuni (centri commerciali/GDO).

Anche Lina Novelli in rappresentanza della Fismo provinciale in linea con le dichiarazioni della associazione nazionale afferma che nei negozi ci sono assortimenti per garantire tutte le necessità e le vendite di fine stagione anche questo anno rappresenteranno per gli esercenti circa il 20% del fatturato.

Per questo fa appello ai consumatori di rivolgersi per le spese “a saldo” ai negozi di fiducia che possono garantire da sempre un acquisto consapevole e la certezza che la pubblicità dei prezzi, prevista dalla normativa, sia quella corretta con la specifica dello sconto praticato.

Confesercenti Viterbo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie