10.7 C
Lazio

Saline di Tarquinia, Fare Verde: “L’acqua del mare è entrata nelle vasche”

TARQUINIA – “Invitiamo il ministro dell’Ambiente e il presidente della Regione Lazio ai funerali della Riserva Naturale Saline di Tarquinia”. L’associazione ambientalista Fare Verde lo comunica con tono sarcastico per quello che sta accadendo sul litorale Viterbese.

“L’acqua del mare – scrive in una nota Fare Verde – è ormai entrata all’interno dell’oasi naturale istituita nel lontano 1980. Da troppi anni segnaliamo la gravissima situazione dovuta all’erosione marina – dichiara il presidente regionale di Fare Verde, Silvano Olmi – alle nostre sollecitazioni, denunce, lettere e comunicati stampa, abbiamo ricevuto solo promesse e annunci che non si sono concretizzati in atti di salvaguardia dell’oasi naturalistica.

LEGGI ANCHE  Percepiscono illecitamente il reddito di cittadinanza, due denunce a Cellere

Le forti mareggiate di questi giorni hanno definitivamente compromesso la situazione – prosegue Olmi – mentre in passato il personale del Corpo Forestale, oggi carabinieri Forestali, provvedeva a ripristinare la recinzione abbattuta dalle onde marine, ora non c’è più nemmeno lo spazio materiale per fare questo.

Il nostro annuncio del funerale dell’Oasi delle Saline di Tarquinia – conclude Olmi – vuole essere una provocazione, l’ultimo grido di aiuto a una classe politica sorda e buona solo a fare annunci.

Chiediamo al ministro Costa e al presidente Zingaretti, con forza, un urgentissimo intervento risolutivo del problema erosione. L’oasi naturalistica delle Saline non può più attendere”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie