Scampanata di Sant’Andrea e il Palio delle botti, il 29 novembre a Canino

CANINO – Dal 28 novembre all’8 dicembre si terrà la 55° edizione della festa che proclama uno dei prodotti più acclamati e appetitosi di Canino, il suo “oro verde”: l’olio extra vergine di oliva. Nel pomeriggio di domenica 29 prenderanno vita due eventi in piazza Valentini e per via Roma, conosciuta come “Vicolo Maestro”.

La piazza, a partire dalle ore 15, si colorerà del “Palio delle botti” che avrà come protagoniste 6 squadre rappresentanti 6 paesi diversi del Ducato di Castro. I gruppi gareggeranno a coppie prendendo parte a un gioco che consisterà nel far rotolare delle botti il più velocemente possibile sino al traguardo. In concomitanza a queste sfide, i bambini, partendo dalle ore 14:30 dal Comune, trascineranno lattine vuote, barattoli e vecchie pentole, legate tra loro da uno spago, per via Roma realizzando “la Scampanata di Sant’Andrea” una delle tradizioni più sentite del paese.

Lo scopo di questa usanza era quello di incitare, per mezzo del rumoroso corteo, Sant’Andrea Apostolo patrono del paese, a innalzare un forte vento in grado di far cadere a terra le olive dagli alberi, un tempo di proprietà dei signorotti locali, permettendo così alle famiglie meno agiate di raccogliere le olive per l’inverno.

La stessa domenica saranno aperte le cantine di Canino, sia per ora di pranzo, sia per ora di cena, in cui si potranno gustare i piatti tipici della tradizione culinaria caninese accompagnati da vini prodotti nel territorio.

Quella stessa sera, probabilmente, i bambini non vedranno l’ora di posare, sul davanzale della finestra o sul tavolo della cucina, un piatto sul quale la mattina seguente troveranno il pesce di cioccolato, “portato da Sant’Andrea” durante la notte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.