Sconta la pena in carcere e viene espulso dall’Italia

VITERBO – Un pericoloso albanese di 32 anni, ristretto nel carcere di Viterbo, è stato
espulso dal territorio nazionale dopo la scarcerazione. Il detenuto, con numerosi precedenti penali per diversi reati, tra cui lesioni personali aggravate, ricettazione, uso di atto falso, guida senza patente e violenza a pubblico ufficiale, stava scontando la pena per furto in abitazione, resistenza e danneggiamento.

Lo straniero era destinatario, inoltre, di un provvedimento di espulsione disposto dal
magistrato di sorveglianza di Viterbo. Scarcerato per fine pena, quindi, il questore ha disposto, a cura del personale della Polizia di Stato dell’ufficio immigrazione, l’accompagnamento dell’albanese all’aeroporto di Fiumicino, dove è stato imbarcato su un volo diretto a Tirana. Continuerà da parte dell’ufficio immigrazione l’attività di controllo sulla regolarità dei requisiti da parte degli stranieri presenti sull territorio.