19.4 C
Lazio

HOME

Covid, scuole superiori: il sindaco Arena convoca i sindaci per valutare la didattica a distanza

VITERBO - "Ho convocato per le 11 il Comitato di rappresentanza dei sindaci per la sanità per trattare e valutare la questione...

“Segni di una trascuratezza che il Centro Storico di Montalto di Castro non merita”

MONTALTO DI CASTRO (ricev. e pubb.) Nell'impossibilità di convocare un'assemblea a causa del Covid-19, ci corre l'obbligo di dar conto delle risposte...

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Scoperta a Vulci la tomba di un bambino etrusco, databile fra l’VIII e il VII secolo a.C

Gli archeologi hanno portato alla luce il corredo. Gli scavi condotti dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Etruria meridionale, in collaborazione con la Fondazione Vulci, il Comune di Montalto di Castro e la Regione Lazio

MONTALTO DI CASTRO – Nuove scoperte a Vulci. Gli archeologi hanno portato alla luce una tomba risalente fra l’VIII e il VII secolo a.C., durante i lavori di scavo alla necropoli Casaletto Mengarelli.

La sepoltura, inviolata, appartiene probabilmente a un bambino, per gli oggetti ritrovati al suo interno. Si tratta del rinvenimento di una corta lancia in ferro e dalle esigue dimensioni di alcune ossa che risultano comunque combuste a causa del rito incineratorio al quale il piccolo scheletro è stato sottoposto.

Oltre a un ricco corredo funerario il cui pezzo più importante è un’anfora in argilla figulina dipinta con motivi geometrici (cosiddetta produzione etrusco-geometrica) con delle oinochoai miniaturistiche applicate sulla spalla. Una rara forma per gli archeologici, che trova un interessante confronto, anche se di livello stilistico inferiore, con un esemplare proveniente dalla cosiddetta “Tomba C” di Mandrione di Cavalupo, oggi conservata presso il museo della Badia di Vulci.

L’unico altro confronto esistente per questo apparato decorativo è un cratere, sempre proveniente da Vulci, ed esposto al museo del Louvre.

Molto interessante è inoltre una situla in ceramica figulina, questa volta completamente rivestita da uno strato di pittura rossa. Figurano poi altri manufatti tipici del panorama vulcente di questo periodo, come le olle a rete a costolature e apofisi applicate, provviste di coperchio, ovvero le ciotole monoansate in impasto. Spiccano inoltre dalla tomba alcuni piccoli oggetti personali come vaghi d’avorio e anelli e catenelle in bronzo.

Gli scavi sono invece condotti dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Etruria meridionale, in collaborazione con la Fondazione Vulci, il Comune di Montalto di Castro e la Regione Lazio.

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...