10.1 C
Lazio

Scoperto capannone con prodotti ittici in cattivo stato di conservazione, tre persone denunciate

CIVITAVECCHIA – La Guardia costiera di Roma e Civitavecchia ha scoperto a Fiumicino un capannone gestito da cittadini romeni dove era stoccata una grossa quantità di prodotti ittici non conformi alle condizioni igieniche sanitarie. L’operazione, coordinata dal centro controllo area pesca (Ccap) della direzione marittima di Civitavecchia, è stata eseguita assieme alla Asl di Ostia e alla Polizia di Stato, e ha permesso di sequestrare 850 chili di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione destinati al consumo in vista delle imminenti festività natalizie. Sono state denunciate all’autorità giudiziaria tre persone ed elevate sanzioni amministrative per un importo di oltre 5mila euro. Tra il materiale sequestrato la Asl ha accertato circa 250 chili di prodotti idonei al consumo umano, pertanto sono stati donati alle suore piccole operaie del Sacro Cuore di Roma per destinarli alle case famiglia alle quali prestano assistenza. Durante i controlli, le forze di polizia hanno anche rinvenuto lotti già scaduti da diversi mesi. I prodotti ittici sequestrati riguardano soprattutto aragoste, astici, ostriche e, in generale, molluschi e crostacei. Oltre alle non conformi condizioni igieniche, è stato altresì verificato una generale assenza di documentazione di tracciabilità dei prodotti – ad eccezione di piccoli quantitativi locali – presumibilmente provenienti da mercati esteri.

LEGGI ANCHE  Droga in casa, arrestato commerciante a Montalto
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Registro Cereali, Battistoni (FI): "Prorogare entrata in vigore, troppo aggravio per aziende agricole"