Scoperto insediamento etrusco in terra sarda

Soprintendente di Gennaro: "Mai documentata la presenza di una comunità proveniente dalla sponda etrusca"

MONTALTO DI CASTRO – Il misterioso popolo etrusco spunta in Sardegna dopo l’ultima scoperta avvenuta sull’isola di Tavolara (Olbia), dove gli archeologi hanno rinvenuto un insediamento risalente al IX secolo a.C. La straordinaria presenza è emersa nel corso di una revisione dei ritrovamenti degli ultimi anni della Soprintendenza per le province di Sassari e Nuoro – riporta l’Ansa – localizzata sull’isolotto di Tavolara, una posizione che consentiva una certa cautela nei contatti con gli abitanti della costa e dell’entroterra.

Gli studiosi ipotizzano la presenza di altri insediamenti Villanoviani sulle coste galluresi, dirimpettai a quelli presenti nella bassa Toscana e nell’alto Lazio, il cuore dell’Etruria. Si ricorda infatti che i grandi centri Etruschi come Populonia, Vetulonia, Vulci, Tarquinia nacquero proprio durante la prima età del ferro.

“Si tratta di una novità assoluta – spiega all’Ansa l’archeologo Francesco di Gennaro – che costituisce un balzo in avanti nella ricostruzione dei rapporti tra le due sponde del Tirreno in epoca protostorica”.