13.7 C
Viterbo
venerdì 7 Maggio 2021

“Se mi chiudi non mi chiedi”: a Tuscania, Orte e Tarquinia FdI in piazza a sostegno degli imprenditori

Prosegue, con diverse tappe in tutta la provincia la manifestazione “Se mi chiudi non mi chiedi”.
Dopo la prima iniziativa a Palazzo Chigi, cui hanno fatto seguito molte altre nel resto d’Italia – tra
cui Viterbo -, Fratelli d’Italia torna di nuovo in piazza per chiedere a gran voce interventi concreti a sostegno delle aziende.

“Oggi alle 18 in Piazza Italia a Tuscania e domani 16 aprile alle 16 in Piazza Cavour a Tarquinia e
alle 18 in piazza Giovanni XXIII a Orte Scalo – annuncia Vincenzo Fini, responsabile organizzazione del partito – abbiamo coordinato questi sit-in per esprimere un segnale evidente di vicinanza e solidarietà alle migliaia di imprenditori per il grave periodo di crisi in corso”.

“In questa fase di pandemia – aggiunge il coordinatore provinciale Massimo Giampieri – i dati Istat sono terrificanti. Un milione di persone circa hanno perso il posto di lavoro, mentre oltre 300 mila imprese sono state costrette a chiudere i battenti. Di fronte ad una simile ecatombe, il Governo, anziché adottare misure reali di supporto, continua ad inviare, come se nulla fosse successo, esose cartelle esattoriali, costringendo alla fame migliaia di imprenditori che da oltre un anno non lavorano e dunque hanno profitti notevolmente ridotti.

La categorie più colpite sono quelle costrette a chiudere per mettere in sicurezza tutti gli altri: è inaccettabile che vengano richiesti, sempre agli stessi settori, anche ulteriori esborsi economici.
Il Governo si affretti al posto dei pannicelli caldi, a mettere in atto misure concrete, altrimenti, dopo la crisi sanitaria, saremo costretti a subire gli effetti, ben più devastanti, della crisi economica.

Fratelli d’Italia Viterbo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie