Se vuoi

0

18 febbraio 2018
I domenica di Quaresima – anno B

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,12-15)

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”.

SE VUOI

Lo Spirito spinge Gesù in un luogo arido e inospitale, ma anche silenzioso ed essenziale, il luogo ideale in cui porsi in ascolto e comprendere il senso della propria vita e il progetto pensato dal Padre. E succede che quando ti ascolti dentro qualcuno o qualcosa di avversario (Satana significa questo) inizia a darti contro: ma che fai? Tu, ma ti sei visto? Davvero credi di poter cambiare qualcosa? Chi te lo fa fare? Trova una strada più facile: minimo sforzo massima resa. Gesù, sei Dio, invece della Croce, fa cose straordinarie! Punisci i malvagi invece di perdonarli e fa miracoli a ripetizione, costringi questa gente ad adorarti. Come fai a permettergli di dubitare di te?… Somigliano alle nostre domande, quando mettiamo in dubbio Dio e le sue scelte, non trovi? (Cf. Mc 8,31-34)

Gesù inizia il suo cammino. Cerca gli umani… e non è violento, nonostante gli abbiano appena ammazzato il cugino. Non annuncia disgrazia, non pronuncia vendetta ma vangelo = buona notizia. Una proposta, una rotta diversa (convertirsi in ebraico significa “cambiare strada”), quella di chi si smette di comandare e si lascia regnare da Dio. Nessun segno straordinario per convincerti: il messaggio di Gesù suona fragile come una proposta verbale. Ti sembrerà fragile, finché non ci provi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.