Sette comuni della Tuscia beneficeranno di nuovi impianti di video sorveglianza

Un finanziamento complessivo di circa 310mila euro ai comuni di Bomarzo, Castel Sant’Elia, Tessennano, Monterosi, Montalto di Castro, Faleria e Bassano Romano

MONTALTO DI CASTRO – I comuni di Bomarzo, Castel Sant’Elia, Tessennano, Monterosi, Montalto di Castro, Faleria e Bassano Romano, per un ammontare complessivo di un finanziamento di circa 310mila euro, beneficeranno di sistemi di videosorveglianza in mareria di sicurezza delle città.

Il Ministro dell’Interno con il decreto del 28 febbraio ha autorizzato lo scorrimento, fino alla posizione 646, della graduatoria definitiva delle richieste presentate dai Comuni, fino alla copertura degli ulteriori 30 milioni di euro stanziati per l’anno 2019.

57 i sindaci della provincia di Viterbo avevano sottoscritto con la Prefettura il “Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana” per perseguire prioritariamente l’obiettivo di prevenire e contrastare fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, attraverso l’installazione di sistemi di videosorveglianza.

Il legislatore aveva autorizzato, per l’anno 2017, una spesa di 7 milioni di euro mentre, per ciascuno degli anni 2018 e 2019, la somma di 15 milioni di euro, ai quali potevano accedere soltanto i comuni che avevano sottoscritto con la prefettura il patto per l’attuazione della sicurezza urbana.

I progetti ammessi a finanziamento dovranno essere resi esecutivi entro 120 giorni fatta salva l’eventuale proroga concessa dalla prefettura a seguito di motivata e documentata richiesta da parte del comune beneficiario.

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.