Si dimette la maggioranza

Si andrà ad elezioni anticipate, in primavera 2018, per rieleggere il consiglio

VALENTANO- Si è dimessa la maggioranza, a pochissimi giorni dalle elezioni provinciali, e dopo un commissariamento prefettizio dovuto ad una grave malattia del primo cittadino Francesco Pacchiarelli, seguite dalla dimissioni del vice sindaco.

Da luglio infatti si era insediato il vice prefetto Salvatore Grillo come commissario e subito aveva portato all’attenzione del consiglio la necessità di nominare una commissione medica per accertare la natura dell’impedimento. Tre consigli comunali, uno dei quali ha registrato l’assenza della maggioranza, con lo stesso punto all’ordine del giorno. Una proposta da parte del commissario, quella di nominare un professionista della commissione da parte di ogni organo componente il consiglio, che la maggioranza non ha gradito e accettato. Lo scorso 6 settembre, nell’ultima delle tre sedute, si era deciso di applicare l’articolo 20 dello Statuto comunale, su indicazione anche del Ministero dell’Interno, che prevede che la nomina della commissione di accertamento dell’impedimento del sindaco sia di esclusiva competenza della maggioranza.

Dopo un acceso dibattimento, il commissario aveva conferito quindi potere decisionale al gruppo L’Alberone nella persona del capogruppo Antonio Peluso, il quale nominava i tre professionisti di riferimento, dopo che la minoranza aveva lasciato l’aula consiliare in segno di disapprovazione. Un consiglio convocato per  oggi 14 settembre in seduta straordinaria e segreta dal vice prefetto Grillo, ormai annullato in seguito alle dimissioni consegnate ieri dalla maggioranza.

“Le dimissioni dei consiglieri di maggioranza risultano essere quanto meno tardive – ha dichiarato il capogruppo di opposizione Stefano Bigiotti – ci saremmo aspetti la medesima presa di posizione mesi fa, magari unitamente alle dimissioni del vicesindaco, evitando di obbligare il paese al pantano amministrativo per una mera questione di poltrone. Ormai la stalla è vuota e i buoi sono scappati. L’Alberone lascia un paese allo sbando – prosegue Bigiotti – con un sistema di raccolta differenziata  improvvisato e disastroso, l’annosa questione delle prese in carico delle strade felcetane mai risolta, pochi anzi pochissimi finanziamenti reperiti, zero investimenti, il problema del centro per l’accoglienza dei migranti mai affrontato e una città fortemente provata dal degrado. Spiace per Valentano e per i cittadini tutti che confidavano in un’amministrazione più seria. A questo punto possiamo solo augurare buon lavoro al Commissario prefettizio che certamente saprà condurre un’azione governativa utile per la nostra comunità fino alle prossime elezioni”.

Si andrà quindi ad elezioni anticipate, in primavera 2018, per rieleggere il consiglio. Dal canto suo la maggioranza avrebbe fatto sapere, attraverso la stampa locale, che le dimissioni sono dovute ad una presa di consapevolezza del limitato potere amministrativo del quale godevano in presenza di un commissario e che nel rispetto degli elettori avrebbero preferito dimettersi piuttosto che continuare in questo stato di cose.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.