Si riaccende la magia del presepe vivente di Tarquinia

Il 26 dicembre, il 2 e il 6 gennaio 2022 il quartiere di San Martino si trasformerà nell’antica Betlemme. Per l’Epifania tornerà il fastoso corteo dei Re Magi. L’ingresso alla rappresentazione, per le nuove disposizioni anti-covid, sarà consentito solo con green pass rafforzato

Si riaccende la magia del presepe vivente di Tarquinia. Il quartiere di San Martino il 26 dicembre, il 2 e il 6 gennaio 2022 si trasformerà nell’antica Betlemme con bellissime scenografie e i figuranti a dar vita a una delle rappresentazioni più suggestive del Lazio.

Per il giorno dell’Epifania tornerà il fastoso corteo dei Re Magi, che percorrerà le vie del centro storico per raggiungere la Natività, rendendo ancora più spettacolare la manifestazione.
“Dopo due anni dall’ultima rievocazione, sarà una sorta di nuovo inizio – affermano i volontari dell’associazione Presepe Vivente Tarquinia -. Un momento di ripartenza per riappropriarci di un evento entrato nella tradizione natalizia della nostra città. L’organizzazione di questa edizione è impegnativa, per il rispetto delle regole sanitarie e di sicurezza dovute alla pandemia.

I volontari stanno lavorando per curare i minimi dettagli e c’è un clima di grande collaborazione con le istituzioni e le altre realtà associative locali coinvolte nell’allestimento del presepe vivente”.
Il percorso partirà da via San Giacomo per accedere a Campo Cialdi, che farà da sfondo all’accampamento della legione romana, alle prigioni, al mulino ad acqua, ai pastori e ad alcune novità: la ricostruzione in pietra di un’antica casa e di un grande albero, sotto le cui fronde, si animerà una piccola scuola con il maestro intento a insegnare a scrivere su tavolette di cera ai bambini.

Si scenderà per vicolo Storto, dove s’incontreranno le botteghe degli antichi mestieri, il censore, le tessitrici e il profeta. Piazza della Tribuna ospiterà i rabbini e gli artisti e farà da cornice al mercato, all’albergo, alla conceria e alla tintoria. Falconieri e giocolieri con il fuoco si muoveranno nella medievale piazza San Martino, che accoglierà la corte di re Erode, la bottega del venditore di tappeti, l’armeria e il frantoio, mentre tra la torre e la chiesa di San Martino si respirerà l’atmosfera raccolta della natività.

Il 26 dicembre e il 2 gennaio 2022, il presepe vivente si svolgerà dalle ore 16,30 alle ore 19,30. Il 6 gennaio, il corteo dei Re Magi partirà alle ore 16 dalla Barriera San Giusto. Il costo del biglietto sarà di 5 euro. I bambini al disotto dei 10 anni entreranno gratuitamente. I tagliandi saranno acquistabili alle casse, nei giorni della rievocazione, dalle ore 15 alle ore 19, o in prevendita dal 20 dicembre presso l’ufficio informazioni turistiche alla Barriera San Giusto (tel. 0766 849 282, email info.turismo@tarquinia.net). L’ingresso, per le nuove disposizioni anti-covid, sarà consentito solo con green pass rafforzato.

La rappresentazione è organizzata dall’associazione Presepe Vivente Tarquinia, in collaborazione con il Comune di Tarquinia, la Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia, il comitato di quartiere di San Martino, l’associazione Anziani con l’hobby del modellismo e la Pro Tarquinia. La Regione Lazio (Lazio, eterna scoperta) e la Provincia di Viterbo patrocinano l’evento.

Ultime

Controlli di ferragosto, denunciate cinque persone

I carabinieri della Compagnia di Civitavecchia e dei Comandi...

Palio delle contrade di Allumiere, l’edizione della rinascita

Dopo due anni di stop a causa della pandemia,...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.