Socciarelli: “La scelta di dimetterci nulla ha a che fare con inciuci politici”

Il consigliere comunale Emanuela Socciarelli fa chiarezza sulle dichiarazioni del coordinatore provinciale di Forza Italia Viterbo, Alessandro Romoli

0

MONTALTO DI CASTRO – (ricev. e pubb.) Scrivo per chiarire alcune inesattezze che ho letto su recenti comunicati stampa di Alessandro Romoli, coordinatore di Forza Italia e di Luca Benni, vice sindaco del Comune di Montalto di Castro.

Non conosco e non ho mai avuto l’onore di parlare con Alessandro Romoli il quale ha chiesto, a mezzo stampa, un incontro al coordinatore di Fratelli d’Italia per discutere della mia rinuncia alle deleghe. A tal proposito  vorrei informarlo che io non appartengo, e non sono iscritta, ad alcun partito politico tantomeno a Fratelli d’Italia. Gli consiglierei, quindi, prima di lanciarsi in fantasiose ricostruzioni su quanto accaduto di informarsi bene, perché la sottoscritta si è candidata con il solo scopo di poter realizzare progetti con fini sociali. 

Con Fedele siamo legati da una profonda amicizia che, in questo frangente, è diventata anche una collaborazione all’interno di una lista civica e che la mia e la nostra scelta di dimetterci nulla ha a che fare con inciuci politici.

Anche relativamente alle dichiarazioni del vice sindaco di Montalto di Castro, Luca Benni, occorre fare chiarezza. Egli infatti dichiara: “In consiglio comunale Fedele e Socciarelli si erano posti in un modo per poi cambiare direzione”. Non è esatto affermare che io abbia fatto dichiarazioni durante un Consiglio Comunale al quale non ho potuto partecipare, in quanto lavoravo, e ciò è facilmente riscontrabile dagli atti.

Questo per dire che non è corretto parlare di accordo tra componenti di maggioranza ed unità di intenti, perché mai è stato affrontato il problema e, come già accadeva in precedenza, ognuno ha continuato a lavorare in autonomia ed in solitaria. Inoltre non corrisponde a realtà che non ci sia stato un preventivo confronto perché, più volte avevo riferito al sindaco il mio disagio e non per ultimo, il 22 dicembre, gli avevo comunicato che avrei rimesso le deleghe. Sicuramente sono stata sottovalutata nella credibilità delle mie dichiarazioni.

Chiudo per dire che, dopo questi giorni di riflessione e dopo aver parlato con molte persone, rimango convinta di aver fatto la scelta giusta nel superiore interesse di una sana ed efficiente gestione della pubblica amministrazione.

Il Consigliere Comunale

Emanuela Socciarelli