18.4 C
Viterbo
lunedì 14 Giugno 2021

Strani segni sui citofoni e scatta la psicosi dei furti

MONTALTO DI CASTRO – Strani segni su campanelli e citofoni, sparsi un po’ ovunque nel centro storico di Montalto. Per alcuni si tratta soltanto di scherzi, per altri sarebbero i simboli utilizzati dai malviventi per orientarsi nella pianificazione dei furti. C’è pure chi afferma che gli strani segni vengono scritti da chi svolge volantinaggio o attività commerciali “porta a porta” per ricordare il passaggio nelle diverse zone. Di certo il fenomeno desta curiosità e allarmismo. Che ci sia una precisa corrispondenza con i furti in appartamento ancora non è stato accertato ma intanto sono state avvisate le forze dell’ordine. I segni comparsi in questi giorni fuori le abitazioni corrispondono a lettere, sigle, simboli che farebbero comunque pensare a un vero e proprio codice “segreto” che i
ladri utilizzano per comunicare tra loro nelle varie fasi di studio delle vittime e realizzazione del colpo. Sono state rinvenute anche delle lettere G, X, T sui citofoni o sui muri perimetrali dei vari condomini delle case ma che quasi tutte non corrisponderebbero al grafico riportato qui sotto. In questa circostanza al momento nulla è accaduto ma l’attenzione a Montalto è alta.

I SIMBOLI

Il famoso “codice degli zingari” è noto da tempo. Ogni simbolo comunica un’informazione ben precisa. Si passa dal “triangolo” per indicare che l’appartamento è abitato da una donna sola, ad un cerchio che è “inutile insistere”. La X “buon obiettivo”, mentre il disegno del pesce sottolinea che nell’appartamento vive un pubblico ufficiale.

casa-furto-ladri

Altre notizie