SuperAbile a Tarquinia e Montalto di Castro

Lunedì 10 dicembre mattina insieme all’assemblea degli studenti del V. Cardarelli, pomeriggio appuntamento aperto alla cittadinanza in via Tirrenia (Centro anziani)

MONTALTO DI CASTRO – SuperAbile sbarca a Tarquinia e Montalto di Castro. Doppio e significativo appuntamento per il progetto nato a Bassano Romano, da un idea del consigliere comunale Alfredo Boldorini, con il supporto di Alessandra Mosci – presidente della compagnia Etruschi di tiro con l’arco – e Fortunata Scarponi e che si avvale delle testimonianze nelle scuole di Lorenzo Costanini, Chiara Bordi, Marzia Viola, Brunella Roscetti e di Chantal Pistelli McClelland, referente di SuperAbile a Pisa e provincia.

E la prima novità riguarda proprio la 30enne modella e consulente d’immagine pisana – fresca protagonista nella giornata internazionale delle disabilità tenutasi lunedì scorso a Palazzo Gambacorti, sede del Comune – che sarà presente nei due eventi, insieme ai testimonial viterbesi. L’atleta surfista di Marina di Pisa – affetta da aplasia dalla nascita e per questo, ai tempi della scuola – oggetto di gravi episodi di bullismo, racconterà la sua personale esperienza, cercando di sensibilizzare gli studenti del Cardarelli (istituto questo, tra l’altro, all’avanguardia in questo settore avendo anche una commissione interna anti bullismo) sulla piaga dei comportamenti soprusi e prevaricatori.

Sul palco, fianco a fianco, ci saranno, quindi, nello stesso momento, mai successo prima d’ora, Lorenzo Costantini, Chiara Bordi, Marzia Viola e Chantal Pistelli McClelland che porteranno le loro importanti testimonianze sia sotto il profilo dell’inclusione sociale, della parità, del rispetto, dell’educazione culturale alla disabilità intesa come “normalità”, come “opportunità da cui ripartire”,ma anche sotto quello di informare i ragazzi sulla prevenzione dei comportamenti aggressivi e violenti ai danni di persone che hanno solo una menomazione psicofisica. 

SuperAbile che, dopo aver tra l’altro avviato i primi contatti con il direttore generale della ASL di Viterbo, Daniela Donetti, per una possibile, importante, collaborazione su alcuni temi, assume sempre più una connotazione di piattaforma socio-educativa multifunzione.

E presto prenderà il via anche un progetto pilota con ragazzi tossicodipendenti che, sotto le insegne del progetto di Bassano Romano, parleranno agli studenti su rischi degli effetti delle droghe e dell’alcool.

Altra significativa nota è data dall’ampissima collaborazione istituzionale (quasi 20 soggetti) sorta per l’organizzazione dei due eventi alla quale – sotto la regia di SuperAbile -hanno preso parte il Comune di Montalto, con, in prima linea, il consigliere comunale delegato ed il responsabile del settore servizi sociali, rispettivamente Emanuela Socciarelli e Vittorio Esposito, l’istituto comprensivo della dirigente Grazia Olmpieri, il centro anziani del presidente Mario Sisti, nella quale aula conferenze di terrà l’incontro nel paese del sindaco Sergio Caci, a cui si deve la proposta di proporre nel suo territorio ad una terza uscita aperta ad adolescenti e adulti. E poi c’è l’istituto Vincenzo Cardarelli della dirigente Laura Piroli, anch’essa entusiasta del progetto, con i rappresentanti d’istituto (Gabriele Bellini, Giuseppe Cataldi e Valeria De Rosa) che hanno voluto il format bassanese addirittura nell’assemblea studentesca di dicembre(che si terrà presso il cinema Etrusco grazie alla disponibilità di Géròme Bourdezeau) – si parla di un organico effettivo di 957 ragazzi – proprio per coinvolgere e per divulgare al massimo i valori di SuperAbile.

Altro aspetto degno di nota è dato dalla presenza di Chiara Bordi e Marzia Viola, rispettivamente 18enne di Tarquinia e 39enne di Montalto di Castro che parleranno ai propri concittadini. La terza classificata a Miss Italia 2018 lo farà non solo nel suo paese ma addirittura nella sua scuola, mentre la seconda terrà la sua testimonianza al “Regina Pacis” di Via Tirrenia.

Ulteriore punto di forza riguarda i numeri prodotti. Il progetto, ideato nel centro della bassa Tuscia,15 mesi fa, nella doppia tappa nel litorale viterbese, sfonderà ampiamente quota 4000 studenti interessati (ad oggi siamo a 3920), 30 tappe effettuate,2500 chilometri percorsi, 43 patrocini, 200 ore di lezioni somministrate e con una sede anche a Pisa, il cui bacino d’utenza ha all’attivo una popolazione di 421 mila cittadini potenzialmente interessati dal format. Dati impressionanti se comparati non solo con l’esordio avvenuto, quasi in sordina, a Bassano Romano ma soprattutto dal fatto che è un progetto autofinanziato dai componenti del gruppo (senza aiuti da nessuna istituzione, ne pubblica, ne privata) i quali spingono unicamente affinché il messaggio di resilienza, di forza e di riscatto insito nel dna di SuperAbile giunga a destinazione.

“Ringrazio l’associazione SuperAbile – ha detto Emanuela Socciarelli – per aver scelto il nostro comune per questo bellissimo incontro. Sono felicissima di aver collaborato – ha aggiunto la consigliera delegata ai servizi sociali del comune di Montalto di Castro per il secondo evento – alla sua realizzazione e per questo ringrazio l’ufficio servizi sociali nella persona del responsabile Vittorio Esposito,l’istituto comprensivo scolastico della dirigente Grazia Olimpieri, il centro anziani nella persona del presidente Mario Sisti, sempre molto attento e propositivo rispetto ad eventi così significativi ed ovviamente il sindaco Sergio Caci, entusiasta di questo progetto”.

                                                                                                              (Progetto SuperAbile)