3 C
Lazio

“SuperAbile un macigno pesantissimo trasportato con semplicità e spontaneità”

GROTTE SANTO STEFANO – “SuperAbile un macigno pesantissimo trasportato con semplicità e spontaneità”.

Si chiude con grandi emozioni la 31esima uscita del progetto andato in scena alla “Pio Fedi” di Grotte Santo Stefano. Protagonisti Lorenzo Costantini, trascinatore e sempre più leader del gruppo e Flavia Alcibiade, sesta testimonial ad unirsi al format. Che dopo la presenza all’assemblea studentesca del Vincenzo Cardarelli di Tarquinia, ha bissato il suo racconto anche con i ragazzi della preside Maria Assunta Mezzanotte.

In un clima familiare, raccolto e affettuoso, davanti a 100 alunni, Lorenzo e Flavia si sono raccontati suscitando “enorme ammirazione e forti emozioni che gli studenti difficilmente dimenticheranno”.

Primo a salire in cattedra “lo sportivo di Vetralla”, conosciutissimo e apprezzato ormai anche fuori provincia, che, in qualche modo, da mental coach, ha somministrato ai giovanissimi una lezione su come reagire di fronte alle avversità della vita, quali spunti prendere quando tutto sembra irrimediabilmente scritto e soprattutto come reagire come prendersi scacco del fato avverso.

Di rilievo anche la performance di Flavia, che affetta da sindrome spastica, ha spiegato le sue fatiche, le sue restrizioni e le sue difficoltà unite però alla grande forza di coraggio e alle nuove prospettive derivanti dall’effetto dei suoi amici e parenti che fanno della sua vita qualcosa di entusiasmante. “Essere in SuperAbile – ha detto la 22enne di Santa Marinella – far parte di questo progetto, poter portare nelle scuole questi messaggi, potermi raccontare mi riempie di orgoglio”.

Emozionante anche la testimonianza fuori programma della maestra Paola che, visto il clima del tutto confidenziale creatosi, ha deciso di raccontare la sua esperienza dopo la malattia.

E quando tutto ormai sembrava finito ecco l’ennesima sorpresa: Lorenzo Costantini veniva chiamato per un’intervista al giornalino della scuola.

SuperAbile sta assumendo connotati sempre più importanti diventando a pieno titolo un reale e concreto sostegno delle attività didattiche negli istituti, per insegnanti e ragazzi.

Dopo il sostegno al progetto “Peer education” per un gruppo di adolescenti di Montalto impegnati nel sociale, anche a Grotte Santo Stefano il format, nato a Bassano Romano da un’idea del consigliere comunale Alfredo Boldorini con il supporto di Alessandra Mosci e Fortunata Scarponi, si veste di ausilio didattico.

Al termine dell’incontro foto di rito, autografi, abbracci e strette di mano con i professori e gli alunni tutti entusiasti, tanto da inondare i profili social con commenti davvero unici.

“Lorenzo – scrive Silvia Ficari – ci hai toccato il cuore, il tuo esempio dimostra ai ragazzi che niente è impossibile. Difficilmente i nostri ragazzi vi dimenticheranno”.

“La tua testimonianza – afferma un’altra docente, Rossana Della Casa, rivolta a Lorenzo – la porteremo sempre nel nostro cuore. Il messaggio che hai portato ai ragazzi è stato talmente forte e positivo che quando sono tornati in classe non smettevano più di parlare di te. Farò fare una relazione dell’esperienza. Grazie”.

“SuperAbile fa bene ai ragazzi – sostiene la dirigente Maria Assunta Mezzanotte –. La testimonianza di Lorenzo su certi problemi, sicuramente è un momento di crescita. Vi ringraziamo per le grandi emozioni tra i ragazzi ed i docenti….”

Ringraziamo l’istituto Pio Fedi, la preside Maria Assunta Mezzanotte, il corpo docente ed i ragazzi per la splendida giornata passata a Grotte. E’ stata un’latra mattinata ricca di emozioni. Ringraziamo anche per l’accoglienza ed il calore davvero unici. Grazie a tutti”, questo il commento di Alfredo Boldorini.(Progetto SuperAbile)

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie