Tarquinia, all’Istituto San Benedetto arrivano i sanificatori d’aria a raggi UV-C per combattere la diffusione di virus e batteri nelle aule

Continua e si estende l’impegno dell’Istituto San Benedetto di Tarquinia per contenere e contrastare la diffusione del virus Covid-19: non solo vaccinazione, mascherine chirurgiche e ffp2, distanziamento tra i banchi e igiene, ma d’ora in po anche ventilazione.

L’Istituto ha, infatti, proprio in questi giorni installato in ogni aula della scuola dei sanificatori d’aria, dispositivi che grazie alla tecnologia dei raggi UV-C diminuiscono di oltre il 99% il livello di carica batterica di virus e batteri, riducendo così in modo significativo il rischio di infezioni causate da agenti infettivi.

L’utilizzo dei sanificatori, assieme al ricambio d’aria costantemente garantito, in questo periodo d’emergenza, dalla frequente apertura delle finestra, aiuta a rendere salubri gli ambienti scolastici frequentati da bambini e ragazzi, ancor di più se si considera che i sanificatori possono essere utilizzati mentre gli alunni sono presenti nelle classi.

“L’investimento della nostra scuola su questi dispositivi parte naturalmente da una riflessione sull’attuale emergenza pandemica, – spiegano dal San Benedetto – ma va oltre e si estende ad altre tipologie di batteri e virus, già noti o futuri, garantendo in generale ambienti più salubri ai nostri studenti”.

Ultime

Luca Mocchegiani Carpano apre il ciclo di incontri “Tra terra e mare”

 Le strutture portuali di epoca romana di Testaccio, dal...

Donna rischia di annegare a Spinicci. Salvata dall’Ispettore di Polizia Locale Paolo Monti

Nel tardo pomeriggio del 29 giugno, sul litorale tarquiniese,...

A Vulci ripartono le campagne di scavo

Su concessione del Ministero della Cultura, al parco archeologico...

Presentati i risultati degli scavi a Falerii Novi

Il 24 giugno scorso si è conclusa felicemente la...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.