8.6 C
Lazio

HOME

Covid: salgono a 114 i casi nella giornata di oggi

VITERBO - Sono 114 i casi accertati di positività al Covid-19 oggi nella provincia di Viterbo. Gli ultimi...

Proroga concessioni demaniali, al via il rilascio delle prime autorizzazioni

MONTALTO DI CASTRO - L'amministrazione comunale rende noto che, a seguito del decreto Rilancio sulla proroga al 31 dicembre 2033 delle concessioni...

Covid: aumentano i casi nella Tuscia, 80 nella giornata di oggi

Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 16 a Viterbo, 12 a Civita Castellana, 9 a Farnese, 8 a Fabrica di Roma, 6 a Tarquinia, 5 a Nepi, 3 a Bassano Romano, 3 a Carbognano, 2 a Ischia di Castro, 2 a Capranica, 2 a Valentano, 2 a Caprarola, 1 a Canino, 1 a San Lorenzo Nuovo, 1 a Oriolo Romano, 1 a Piansano, 1 a Tuscania, 1 a Soriano nel Cimino, 1 a Corchiano, 1 a Montefiascone, 2 a Vetralla

«Tarquinia è vicina ai francesi e ai giornalisti di Charlie Hebdo»

TARQUINIA – «Tarquinia è vicina ai francesi e ai giornalisti di Charlie Hebdo. In modo particolare ai famigliari dei disegnatori Georges Wolinski e Jean Cabut (in arte Cabu)». Lo afferma il sindaco Mauro Mazzola, che ha inviato un telegramma di cordoglio alla redazione del periodico e all’ambasciata di Francia. «Charlie Hebdo la sentiamo un po’ nostra – prosegue il primo cittadino – perché la città ha avuto la fortuna e l’onore di ospitare molti anni fa Wolinski, nel corso di un evento di grandissimo rilievo culturale».

Il 1° ottobre del 1970 si aprì a Tarquinia la Mostra Internazionale dell’Umorismo, con la partecipazione dei maggiori disegnatori satirici europei e statunitensi. La parte del leone la fecero i caricaturisti della rivista Hara-Kiri, che di lì a poco cambiò il suo nome in quello di Charlie Hebdo. Uno dei suoi più celebri vignettisti, Wolinski, venne a Tarquinia, portando disegni suoi e di suoi compagni di lavoro, tra cui Cabu. L’esposizione, nata da un’idea del grande pittore Sebastian Matta e patrocinata dal Comune di Tarquinia, si tenne nella chiesa di San Pancrazio. Ebbe subito un grande riscontro di pubblico e di stampa, anche per le roventi polemiche suscitate da non poche vignette, particolarmente graffianti. L’esposizione rimase aperta fino al 15 ottobre, ma, già pochi giorni dopo l’apertura, alcuni disegni furono sequestrati dall’autorità giudiziaria e gli organizzatori dell’iniziativa furono incriminati, anche se ben presto prosciolti.

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.