A Tarquinia onore dei caduti e dispersi in guerra

0

TARQUINIA – In occasione dell’anniversario della Vittoria, della Giornata dell’Unità d’Italia e della Festa delle Forze Armate, questa mattina si sono svolte le celebrazioni in onore dei caduti e dispersi in guerra. Hanno preso parte alla commemorazione le autorità civili, militari, religiose, le associazioni combattentistiche e d’arma e numerosi cittadini.

Dopo la Santa Messa, tenutasi alle ore 10 presso la chiesa di San Francesco, durante la quale è stata deposta una corona di alloro nella cappella dedicata ai caduti, la banda “Giacomo Setaccioli” ha accompagnato il consueto corteo, prima al monumento intitolato a Domenico Emanuelli in piazza G.Matteotti, dove il consigliere comunale Elisa Valeri ha fatto il suo intervento, poi alla volta del piazzale Europa per la deposizione di un’altra corona ai piedi del monumento ai caduti. Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola ha salutato i presenti ricordando l’importanza di non dimenticare gli orrori della guerra.

«Il 2014 è un anno in cui convergono diverse ricorrenze legate alla guerra e alle Forze Armate – ha detto – i cento anni dall’inizio della Prima Guerra Mondiale, il bicentenario dei carabinieri, ai quali abbiamo reso omaggio lo scorso 18 ottobre, ed oggi siamo qui per celebrare il IV Novembre, anniversario dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate che con coraggio difendono la patria.

Nonostante la maggior parte di noi creda che la guerra sia solo un ricordo lontano – ha spiegato il sindaco – in realtà sappiate che in questo momento l’Italia è presente in ben 26 conflitti in giro per il mondo. Eppure l’Unione Europea è nata per mantenere la pace, la democrazia e i diritti umani. Perciò ritengo fondamentale, quando si parla di guerra, che si parli anche di pace, dialogo e cooperazione. Essere uniti, anche a livello locale, ci permetterà di uscire più facilmente dalle situazioni di crisi».

Martedì il sindaco celebrerà il IV Novembre con gli alunni delle scuole, con cerimonia commemorativa presso il monumento ai Caduti, per coinvolgere le nuove generazioni nei festeggiamenti istituzionali attraverso un dialogo voluto dal primo cittadino sui temi della ricorrenza, affinché apprendano il valore inestimabile della memoria storica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.