Tre persone portate in salvo dai bagnini di Montalto

0

MONTALTO DI CASTRO – E’ il bilancio della prima domenica d’estate sotto l’effetto di Caronte. Attorno alle 8, allo stabilimento balneare “Tutti al mare”, poco prima dell’orario di servizio dell’assistente bagnanti, una mamma si è tuffata in acqua per andare a soccorre il figlio di sette anni che stava per essere trascinato al largo dalla corrente. La donna, però, non è riuscita a raggiungere il piccolo che era in acqua con i braccioli. Il personale della struttura, vista la situazione, si è tuffato portando il bimbo sano e salvo a riva.

Ma la paura per i bagnanti è tornata solo dopo pochissime ore: sulla spiaggia libera antistante piazzale Tirreno, il bagnino Paolo Giannetti della Fin Salvamento delle postazioni comunali coordinate dal responsabile provinciale GianPaolo Calisti, e sotto il presidio locale dalla Guardia costiera, ha salvato un altro bambino di sette anni che si trovava in difficoltà poiché le correnti lo stavano portando alla deriva. Trascinato a riva, il piccolo ha poi potuto riabbracciare i propri genitori. Sono poi trascorsi pochi minuti e un altro allarme è giunto dal mare: una donna di 40 anni era in difficoltà a pochi metri dalla riva davanti allo stabilimento Ippocampo. Anche in questa circostanza il bagnino della Fin e quello della struttura balneare sono intervenuti per salvare la donna. Tre emergenze già a inizio stagione che si sono risolte nel migliore dei modi.

Come ogni anno, dal 15 giugno e fino alla seconda settimana di settembre, è attivo il servizio di assistenza bagnanti, promosso dal Comune. Quattro torrette sono posizione sulle spiagge libere. A Montalto una nei pressi dello stabilimento dell’Aeronautica militare, un’altra antistante piazzale Tirreno; le altre a Pescia Romana nelle località Caletta del Moro e Costa Selvaggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.