Tuscia in Jazz torna a Ronciglione con il Big Band Festival 2018

Dopo anni di assenza il Tuscia in Jazz Festival ritorna nella sua città natale Ronciglione dove è nato nel 2002. Si partirà il 13 luglio con il Big Band Festival il festival dedicato alle orchestre

0

RONCIGLIONE – Al via dal 13 al 15 luglio a Ronciglione con il Big Band Festival la diciassettesima edizione del Tuscia in Jazz.

Il festival organizzato dal Tuscia in Jazz in collaborazione con l’amministrazione comunale di Ronciglione assessorato alle politiche culturali, l’Istituzione Teatro Petrolini e la Banda Cittadina nasce con lo scopo di promuovere la tradizione bandistica americana e italiana. Sia gli Stati Uniti, con le orchestre jazz presenti in ogni scuola di ordine e grado, che l’Italia con la sua tradizione bandistica e orchestrale rappresentano due modelli di formazione per i giovani musicisti.

Le big band americane e le bande e le orchestre italiane sono, infatti, le fucine dove si sono formati i grandi musicisti del passato, del presente e del futuro. All’edizione 2018 del festival parteciperanno oltre 140 musicisti, di cui l’80% sotto i 35 anni, che per una settimana riempiranno di note il bellissimo parco comunale di Ronciglione.

Sede dei concerti sarà l’arena eventi del Parco Pubblico ed in programma ci saranno: il 13 luglio la Wind Ensemble Orchestra di Ronciglione, composta dai migliori talenti della Banda Cittadina Alceo Cantiani vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali, il 14 luglio la Philadelphia Jazz Orchestra proveniente dagli Stati Uniti composta da 35 elementi accompagnata dal corpo di ballo di 47 elementi della Loix Laxton School Dance dal Canada e il 15 luglio chiuderà la tre giorni di concerti la Lake Jazz Orchestra di Luca Rizzo.

L’ingresso a tutti i concerti, che inizieranno alle 21.30, sarà gratuito grazie al contributo del Comune di Ronciglione, la Regione Lazio e gli sponsor UnipolSai, Unicoop Tirreno, Dea Nocciola e Bcc di Ronciglione e Barbarano Romano.

“Siamo felicissimi di ritornare a Ronciglione – dichiarano gli organizzatori – dove la nostra avventura è iniziata nel 2002. Ringraziamo l’amministrazione comunale e l’assessorato alla cultura per aver sposato la nostra iniziativa e per aver fatto in modo che il Tuscia in Jazz ritorni nella sua città natale. Un grazie speciale va anche alle Istituzioni Musica e Teatro che subito si sono rese disponibili a collaborare all’evento”.

“L’Estate ronciglionese – ha dichiarato l’assessore alle Politiche culturali Massimo Chiodi – deve tornare a proporre manifestazioni di qualità a cittadini e visitatori, come accadeva nel passato e dobbiamo tornare ad assumere un ruolo di primo piano nel territorio della Tuscia.
Le note del Jazz, della musica classica, i passi di danza, daranno sapore e spessore alle piacevoli serate estive, così come l’hanno dati nel periodo natalizio.
La cultura – continua Chiodi – deve dare il suo fondamentale contributo al turismo, un turismo che oggi vuole qualità. E inoltre, Ronciglione ha tanti luoghi da reintegrare nella vita sociale e culturale della nostra cittadina, uno di questi è il Parco pubblico che sarà degna cornice di concerti e spettacoli per il prossimo luglio“.

Dopo il festival di luglio il Tuscia in Jazz ritornerà a Ronciglione dal 31 ottobre al 4 novembre con i suoi seminari didattici ed una serie di concerti nel Teatro Petrolini e in altre sale eventi della città. Per info visitate la pagina Facebook/Tusciainjazz o il sito www.tusciainjazz.it