Tutto esaurito per Angela Iantosca e il suo libro “In trincea per amore”

La presentazione è stata organizzata e curata dall’associazione culturale “Book Faces”

0

CIVITAVECCHIA – Venerdì 31 gennaio presso il teatro Colussi a Civitavecchia si è tenuta in prima nazionale la presentazione del libro “In trincea per amore” di Angela Iantosca.

In un teatro pieno in ogni ordine di posti, il presidente dell’associazione culturale “Book Faces” Marco Salomone ha dato il benvenuto ai convenuti e ringraziato l’Istituto Martin Luther King per aver ospitato l’evento. Poi è stata la volta dell’assessore ai servizi sociali Alessandra Riccetti portare i saluti dell’amministrazione comunale e di ringraziare l’associazione “Book Faces” per l’organizzazione di questo importante  evento.

L’autrice, intervistata da Claudia Tisselli e Ernesto Berretti, ha raccontato i suoi trascorsi come giornalista, passando dalle ricerche sulle donne di ‘ndrangheta a quelle sulla tossicodipendenza che l’hanno portata a collaborare con la comunità di San Patrignano, esprimendosi sempre con competenza e sentimento.

Tisselli e Berretti hanno poi letto e commentato alcuni passaggi del libro, dove sono raccolte le forti testimonianze di genitori e familiari che si sono trovati ad affrontare i problemi di avere un figlio tossicodipendente, i loro stati d’animo e i tortuosi percorsi intrapresi nel tentativo di risolvere il dramma.

Momenti di pura emozione di fronte alle forti testimonianze di Ivo Nannetti della comunità “Mondo Nuovo” e della dott.ssa Maura Cecere del centro di solidarietà “Il Ponte” che hanno avuto modo di raccontare le loro esperienze.

Al termine della serata, l’autrice è rimasta a disposizione dei presenti per raccogliere alcune testimonianze e per scrivere una dedica sui libri.

I prossimi eventi dell’associazione “Book Faces” si terranno sempre al teatro Colussi con la presentazione delle opere di Enza Campopiano il 28 febbraio e di Marco Buticchi il 27 marzo.

ALTRE NOTIZIE  Soldi per i comuni, Andrea Di Sorte (FI): "Si tratta di briciole, elemosina fatta ai sindaci"