12.5 C
Lazio

Uccise la moglie in casa, sconterà la condanna in carcere

Nella giornata di mercoledì i carabinieri della stazione di Orbetello hanno eseguito un provvedimento restrittivo a carico di N.A, italiano di 47 anni, condannato quale responsabile dell’uccisione della moglie, avvenuta nel febbraio 2017 a Porto Santo Stefano.

In questi stessi giorni di quattro anni fa, subito dopo aver commesso il reato, l’uomo si rese protagonista di una rocambolesca fuga, ma fu intercettato dai carabinieri all’altezza di Capalbio, a bordo di un treno diretto a Grosseto. Le indagini dei militari accertarono che il responsabile aveva strangolato la donna con un cavo di alimentazione del pc, al culmine di una banale lite.

LEGGI ANCHE  Donne vittime di violenza, in un anno 250 casi nella provincia di VIterbo

Il responsabile deve ora scontare il resto della condanna a 14 anni di reclusione, giunta a seguito del rigetto operato dalla Corte di Cassazione sul ricorso presentato dal suo legale.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie