Un dono da condividere

0

SANTISSIMA TRINITÀ

Dal Vangelo secondo Giovanni (3,16-18)

In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo:
«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna.
Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.
Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

Parola del Signore.

UN DONO DA CONDIVIDERE

Gesù ci aiuta a capire quanto sia grande l’amore di Dio per noi, tanto grande da concepire un dono immenso, sconvolgente e che nessuno può mai dire di aver meritato in qualche modo: il dono di Sé stesso.
Il suo amore ci è stato donato ben prima che ce ne rendessimo conto:”In questo si è manifestato l’amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perché noi avessimo la vita per lui. In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri” (1Gv 4,9-11).

L’evangelista Giovanni, che meglio di tutti ha capito questo meraviglioso amore di Dio, ci permette di entrare più in profondità nel mistero della SS.ma Trinità.
Dio “è” amore, la Trinità è amore in circolo nell’eterna relazione tra le tre persone divine, amore condiviso e moltiplicato, tanto da tracimare da Dio, come una cascata, e divenire creazione, dono, vita, perdono e salvezza, per chiunque creda e lo accolga.

Entrare in questa circolazione d’amore è una proposta e richiede il nostro “si”. Credere, in fondo, è proprio questo, un sì alla proposta d’amore più grande, quella di Dio, che ci rende protagonisti della missione più importante: far conoscere agli altri questo Suo grande amore, dimostrarlo loro con la nostra vita e invitarli a far parte della Sua famiglia.
Questa comunione d’amore è la nostra vocazione fondamentale e la può realizzare chiunque, vivendo in ogni cosa e con tutti secondo la volontà di Dio, sull’esempio di Gesù.

Buona domenica
Don Rossano