MONTALTO DI CASTRO – È di questi giorni un tentativo di nidificazione di una tartaruga marina della specie Caretta caretta sulla spiaggia di Montalto di Castro.

L’altra notte è stata scoperta la covata, sulla riva antistante lo stabilimento balneare del California Camping Village, dove è intervenuta la Guardia costiera della delegazione di Montalto che ha allertato Tartalazio e Tartamare per la gestione del caso. Sul posto anche il personale di Sea Shepherd di Napoli.

I biologi hanno provveduto a spostare il nido, poiché la tartaruga ha deposto le uova troppo vicino alla linea di battigia con il rischio che una mareggiata possa danneggiarlo. Una operazione molto delicata, in quanto gli esperti hanno dovuto realizzare le stesse condizioni ambientali del nido in cui mamma tartaruga aveva delicatamente deposto le uova.

Secondo i rapporti, quello dell’altro giorno è il terzo tentativo di nidificazione che avviene nel Lazio di questa specie. “Negli ultimi tre anni abbiamo registrato due casi di nidificazione sulle coste laziali – ha detto Luca Marini, responsabile di Tartalazio – e tutti e due non sono andati a buon fine; questa volta speriamo che vada per il meglio”.

Sul nido segnalato a Montalto, è inoltre intervenuto Gianluca Treglia, tecnico specializzato del team del Centro Ricerche Tartarughe Marine della Stazione Zoologica Anton Dohrn, coordinato da Sandra Hochscheid, su richiesta della rete Tartalazio in virtù del protocollo d’intesa esistente tra la Regione Lazio e il prestigioso ente di ricerca.

“La manipolazione dei nidi di tartaruga marina – afferma Treglia – richiede personale specializzato e autorizzato dal Ministero dell’Ambiente. Per questo motivo la rete Tartalazio ha richiesto in nostro intervento in quanto non c’è nella Regione Lazio, personale qualificato e autorizzato a svolgere queste delicate operazioni. Siamo fiduciosi – conclude Gianluca Treglia – che potremo presto veder correre verso il mare la nuova generazione di tartarughe marine nifidicanti sulla costa laziale”.

La nidificazione della tartaruga marina sulle spiagge rappresenta un evento di grande valore dal punto di vista della conservazione.

Ora gli esperti sono in attesa della schiusa, che dovrebbe avvenire verso la fine di agosto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.