Una ferma decisione

XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo Luca (9,51-62)

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé.

Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.

Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo».

A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio».

Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».

Parola del Signore

UNA FERMA DECISIONE

Anche Tu Signore, nella tua vera umanità, hai dovuto prendere delle decisioni importanti e forti per poter realizzare la tua vocazione di Salvatore del mondo. Anche tu, Gesù hai dovuto scegliere, con fermezza, di seguire qualcuno, Dio Padre e la Sua volontà, e lo hai fatto con grande fede e coraggio. Si, fede, perché nella tua vera umanità hai voluto sperimentare quello che proviamo noi, piccole e preziose creature, quando siamo chiamati a seguire la volontà di Dio: tentazione, paura, dubbi…

In te e nel tuo “si” fermo e deciso, Signore, anche noi possiamo trovare la forza e il coraggio di seguirti e realizzare il progetto di Dio per la nostra vita.
Nessuna paura, nessun legame a cose o persone, nessun dolore, nessuna sofferenza e tribolazione potranno mai separarci dall’amore di Dio in Te, o Cristo.
Incoraggiati dal tuo esempio e da quello di tutti i santi, nutriti e sostenuti dalla Parola e dai sacramenti, fortificati da una vita piena di carità e di amore, insieme a te riusciremo a percorrere con gioia e fino in fondo la strada della nostra vocazione, senza rimpianti, timori o ripensamenti.

Donaci Signore la tua forza, rendi salda la nostra fede e se a volte perdiamo l’orientamento o le voci del mondo, come quelle di seducenti Sirene, ci confondessero o ci annebbiassero la ragione, soccortici e vieni in nostro aiuto, affinché non rinunciamo al ricco ed eterno tesoro in Cielo per un misero e temporaneo gruzzolo in terra.

Buona domenica
Don Rossano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.