Unidici imprese della provincia premiate tra i migliori oli extravergine

ROMA – Si è svolta oggi a Roma, presso il Tempio di Adriano, la cerimonia ufficiale di premiazione dei vincitori di “Orii del Lazio – Capolavori del gusto”, 23° concorso regionale per i migliori oli extravergine di oliva.

Il concorso è promosso da Unioncamere Lazio, l’unione delle cinque Camere di Commercio del Lazio che, nel quadro delle iniziative promozionali a sostegno del settore agricolo, rivolge la massima attenzione alla filiera olivicola attraverso una serie di iniziative a supporto delle imprese del settore. Pur mantenendo l’originale connotazione di selezione regionale per il premio nazionale, il concorso “Orii del Lazio”, nel corso degli anni, ha assunto sempre maggior prestigio e visibilità. Rappresenta infatti un momento significativo sia per stimolare i produttori verso un percorso di costante crescita qualitativa, sia per indirizzare i consumatori verso l’acquisto di oli extravergine di oliva di qualità del territorio.

Quest’anno il concorso regionale per i migliori oli extravergine d’oliva ha fatto registrare la partecipazione di 75 aziende per un totale di 88 etichette, con una prevalenza di Viterbo con 22 prodotti in concorso, seguita da Latina con 22 partecipanti, 18 da Rieti, 14 da Roma e 9 da Frosinone. Tra queste, ben 41 aziende hanno manifestato interesse a partecipare al concorso nazionale Ercole Olivario con 47 oli. Oltre alla categoria extravergine di oliva dunque, sono in concorso le 4 denominazioni regionali: Sabina DOP, Canino DOP, Tuscia DOP e Colline Pontine DOP.

I premi sono attribuiti ai primi due classificati per ognuna delle categorie in concorso (Dop ed extravergine)  che si articolano, sulla base del fruttato, in leggero, medio e intenso.

Per la Tuscia le imprese premiate nella categoria Canino Dop sono:  Laura De Parri-Cerrosughero di Canino (1° classificato per fruttato intenso); Frantoio Archibusacci F. & C. di Canino (1° classificato per fruttato medio); Frantoio Gentili di Canino (2° classificato per fruttato medio); Società Cooperativa Olivicola di Canino (menzione speciale per fruttato medio); Frantoio Archibusacci dal 1888 di Canino (1° classificato per fruttato leggero).

Nella categoria Tuscia Dop le aziende premiate sono: Colli Etruschi-Evo di Blera (1° classificato per fruttato intenso); Sciuga-Il Molino di Montefiascone (2° classificato per fruttato intenso); L’Olivaia-Olio felice di Nepi (1° classificato per fruttato medio); Villa Caviciana di Grotte di Castro (2° classificato per fruttato medio); Sergio Delle Monache-Tamia di Vetralla (1° classificato per fruttato leggero); Frantoio Tuscus di Vetralla (2° classificato per fruttato leggero).

Inoltre il Frantoio Archibusacci con l’olio Canino Dop è stato ammesso al concorso nazionale Ercole Olivario nella categoria riservata alle Dop.

I vincitori sono stai selezionati attraverso specifiche sessioni di assaggio da una Commissione esaminatrice composta da degustatori professionisti individuati tra l’altro, in base all’anzianità di iscrizione nell’Albo ufficiale degli assaggiatori ed all’esperienza specifica di sedute di assaggio degli oli regionali. I lavori del panel si sono svolti nel laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio di Roma organismo autorizzato su base regionale, a effettuare analisi chimico–fisiche ufficiali sui prodotti che rivendicano una denominazione di origine controllata o protetta, registrata in ambito comunitario (come gli oli Dop).

“La buona produzione dell’autunno scorso – dichiara Francesco Monzillo, segretario generale della Camera di Commercio Viterbo – ha fatto fare un deciso passo avanti nel numero di imprese che si sono presentate a questo importante concorso. Anche dal punto di vista qualitativo l’olio presentato in questo concorso è di livello eccellente. Ciò è vero anche per tutto il Lazio che si sta confermando come un territorio altamente vocato e che da nord a sud sta raggiungendo sempre nuovi miglioramenti portando la competizione a livelli sempre più importanti e a sfide sempre più interessanti. Uno stimolo per tutti gli imprenditori della Tuscia a continuare nel percorso di qualità ormai intrapreso alla ricerca di risultati sempre migliori”.

1 commento

  1. Il frantoio Archibusacci G&F Di Simona Archibusacci é onorato di rappresentare Il proprio paese al premio Nazionale Ercole Olivario…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.