4.6 C
Viterbo
sabato 17 Aprile 2021

«Via all’azione legale contro la Maretour»

universita-agraria-tarquiniaTARQUINIA – «Con la nomina formale dell’avvocato incaricato si dà corso all’azione legale necessaria per il rilascio del campeggio gestito dalla Maretour s.r.l., in ottemperanza a quanto deliberato dal C.d.A. ultimo scorso». Lo comunica l’assessore dell’Università Agraria di Tarquinia Antonio Peparello. «Come richiesto nel dibattito consiliare, peraltro in forma bipartisan, abbiamo concesso ulteriore lasso di tempo ai fini del rilascio bonario della struttura o dell’adempimento dell’obbligazione principale riferita al canone per un importo pari a circa 160mila euro, salvo ulteriori adempimenti di minore portata, ma comunque necessari. – prosegue – Nulla di tutto ciò è avvenuto evidente che non si possa attendere oltre. Doveroso scongiurare ogni polemica politica. Questa vicenda coinvolge 80 famiglie tarquiniesi. È iniziata nel 2000 con la sottoscrizione del contratto, una storia complessa, che non può essere ricostruita in modo arbitrario e politico. Doveroso ricordare la linearità delle scelte operate dall’Università Agraria fin dai tempi in cui taluni odierni amministratori erano in minoranza. Parlando per fatti, fu la Maretour a citare in giudizio l’Agraria, correva l’anno 2004. Senza incertezze l’amministrazione resistette per far valere i diritti dell’ente. Pretese giudiziarie oggetto di una transazione, quella del 2010, che ha messo ulteriormente a riparo l’Università Agraria da qualunque rivendicazione da parte della Maretour, tanto che oggi si disquisisce solo delle obbligazioni assunte dalla società. In sintesi ci siamo dimostrati  risoluti davanti a gravi inadempimenti e dialoganti ove era possibile sostenere l’attività della società nell’interesse esclusivo della struttura e dell’Università Agraria. Non da ultimo con la possibilità data alla Maretour di scegliere partner commerciali. Speriamo che i tempi della giustizia siano celeri».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie