18.3 C
Lazio

HOME

Gli operatori del settore turistico alla fiera internazionale del turismo

MONTALTO DI CASTRO - Investire sulle proprie capacità imprenditoriali approfondendo le novità del settore, così da offrire e migliorare i servizi sul...

Sequestrati circa 1,5 chili di droga, due arresti dei carabinieri

MARTA - I carabinieri della stazione di Marta, unitamente ai al Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Montefiascone, hanno effettuato dei...
00:23:05

Nuove misure anticovid: tutte le novità, dalle zone rosse ai turni per le scuole

ROMA - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato in diretta televisiva le nuove misure anticovid. Si tratta di un provvedimento...

«Via all’azione legale contro la Maretour»

universita-agraria-tarquiniaTARQUINIA – «Con la nomina formale dell’avvocato incaricato si dà corso all’azione legale necessaria per il rilascio del campeggio gestito dalla Maretour s.r.l., in ottemperanza a quanto deliberato dal C.d.A. ultimo scorso». Lo comunica l’assessore dell’Università Agraria di Tarquinia Antonio Peparello. «Come richiesto nel dibattito consiliare, peraltro in forma bipartisan, abbiamo concesso ulteriore lasso di tempo ai fini del rilascio bonario della struttura o dell’adempimento dell’obbligazione principale riferita al canone per un importo pari a circa 160mila euro, salvo ulteriori adempimenti di minore portata, ma comunque necessari. – prosegue – Nulla di tutto ciò è avvenuto evidente che non si possa attendere oltre. Doveroso scongiurare ogni polemica politica. Questa vicenda coinvolge 80 famiglie tarquiniesi. È iniziata nel 2000 con la sottoscrizione del contratto, una storia complessa, che non può essere ricostruita in modo arbitrario e politico. Doveroso ricordare la linearità delle scelte operate dall’Università Agraria fin dai tempi in cui taluni odierni amministratori erano in minoranza. Parlando per fatti, fu la Maretour a citare in giudizio l’Agraria, correva l’anno 2004. Senza incertezze l’amministrazione resistette per far valere i diritti dell’ente. Pretese giudiziarie oggetto di una transazione, quella del 2010, che ha messo ulteriormente a riparo l’Università Agraria da qualunque rivendicazione da parte della Maretour, tanto che oggi si disquisisce solo delle obbligazioni assunte dalla società. In sintesi ci siamo dimostrati  risoluti davanti a gravi inadempimenti e dialoganti ove era possibile sostenere l’attività della società nell’interesse esclusivo della struttura e dell’Università Agraria. Non da ultimo con la possibilità data alla Maretour di scegliere partner commerciali. Speriamo che i tempi della giustizia siano celeri».

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.