12.5 C
Lazio

Viale dei Pini, firmato protocollo d’intesa tra Comune e Provincia

C’è l’accordo per completare l’iter amministrativo alla riqualificazione di viale dei Pini a Pescia Romana. Questa mattina il sindaco facente funzioni Luca Benni del comune di Montalto e il presidente della Provincia di Viterbo Pietro Nocchi hanno firmato il protocollo d’intesa che porterà la Provincia a declassificare la strada e al conseguente trasferimento dell’infrastruttura all’ente comunale.

Un accordo importante per Pescia Romana, in quanto il manto stradale di Viale dei Pini è seriamente compromesso dalle radici di numerosi esemplari di Pinus Pinea presenti sul lato della carreggiata.

“La firma del protocollo d’intesa – commenta Luca Benni – è una necessità importante e prioritaria al fine di completare l’iter amministrativo e avviare in seguito l’avvio del progetto di riqualificazione del tratto di strada che collega i due borghi di Pescia Romana. In questi mesi con il presidente Nocchi ci siamo sentiti e visti più volte, che ringrazio vivamente per l’interesse manifestato e la disponibilità nel risolvere il problema, con l’intento di procedere e concludere questo passaggio che vede i due enti impegnati per riconsegnare a cittadini e turisti un’opera pubblica fondamentale per Pescia Romana”.

LEGGI ANCHE  Donne vittime di violenza, in un anno 250 casi nella provincia di VIterbo

Il passaggio da Provincia a Comune interessa il tratto di strada del centro abitato fino al bivio di ingresso del complesso Case Enel e di ingresso in via delle Risaie. In questa operazione Palazzo Gentili compartecipare per un importo di 120mila euro per la manutenzione straordinaria del manto stradale.

L’intervento del Comune sarà invece di più ampio respiro progettuale, in grado di coniugare la sicurezza dell’utenza e pubblica con gli aspetti paesaggistici, funzionali e di arredo urbano dell’infrastruttura.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie