Vigili del fuoco, c’è la struttura per il distaccamento di Tarquinia

E' anche prevista la sala operativa del 118, che consentirà attività di soccorso congiunte con i vigili del fuoco

0
TARQUINIA – E’ stata individuata la struttura che ospiterà il distaccamento dei vigili del fuoco. Lo annuncia la Prefettura Viterbo, a seguito del decreto del Ministero dell’Interno dell’11 aprile scorso. Il capannone ha una superficie di 56 mq e un edificio di due piani di circa 170 mq complessivi, posto in località Colonia Elisabetta della III area industriale.
Il servizio sarà garantito h24 tutto l’anno. Il Comune di Tarquinia provvederà alla stipula di un contratto di locazione per la messa a disposizione dei vigili del fuoco. La delibera di Giunta del 2 dicembre scorso fa seguito al proficuo intervento del neo Prefetto di Viterbo Dott. Giovanni Bruno la cui operatività, del resto già manifestata nei suoi precedenti incarichi, non si è fatta attendere, accogliendo le richieste del Comandante provinciale dei vigili del fuoco Ing. Paduano, in merito alla necessità che si ponesse finalmente fine alla problematica relativa alla individuazione delle strutture dove ubicare il distaccamento di Tarquinia, atteso ormai alla popolazione e dagli stessi vigili del fuoco da circa 20 anni.
Il Prefetto Giovanni Bruno ha manifestato, in occasione della celebrazione della festività di Santa Barbara, Santa Patrona dei vigili del fuoco, la necessità e il suo personale interessamento affinché il distaccamento di Tarquinia sia immediatamente operativo, con l’assegnazione di almeno 20 vigili del fuoco e di quattro capi squadra.
Il Comandante Provinciale, Ing. Paduano ha ribadito il ruolo di fondamentale importanza che ha tale nuova struttura per consentire di ottimizzare il dispositivo di soccorso sul litorale viterbese, considerato che il comando provinciale di Viterbo è distante dal comune di Tarquinia 50 chilometri, per circa 45 minuti di percorrenza. Ha manifestato soddisfazione per i risultati raggiunti e attesi ormai da anni dai vigili del fuoco della provincia, impegnandosi a fare quanto necessario per l’attivazione dei dispositivi necessari, al fine di consentire al neo personale di poter operare per la collettività .  
Nella nuova struttura è anche prevista la sala operativa del 118, che consentirà attività di soccorso congiunte con i Vigili del Fuoco.